Leica
Innovazioni ad effetto
I prodotti Leica divengono termini di paragone

Oskar Barnack con la sua versatile fotocamera compatta riuscì a documentare in modo sorprendente gli avvenimenti nel suo paese natale. I fotografi furono entusiasti del nuovo modo di fotografare, che finalmente li rendeva liberi, discreti e veloci, in grado di creare capolavori di composizione e avvincente reportage. Fu così che da allora fino a i giorni nostri sono nate quelle grandi immagini che contribuiscono ad ampliare le nostre conoscenze sul mondo che ci circonda.
Ciò che iniziò nel 1914 con la "Ur-Leica", divenne ben presto un successo inarrestabile e duraturo. Nel 1932 le fotocamere utilizzate erano già 90.000, nel 1961 un milione. Le pietre miliari di questa evoluzione sono inizialmente i modelli a telemetro, come la leggendaria M3 del 1954 o la M6 del 1984. Con la LEICA R3 Leica apre la strada all'elettronica del sistema R nel 1976, nel 1989 ecco la prima fotocamera compatta e nel 1999 la prima macchina fotografica compatta digitale LEICA DIGILUX 1. Ogni passo avanti nello sviluppo si basa sulle esigenze dei fotografi stessi e è contraddistinto dalla massima qualità, da un concentrarsi sulle funzioni essenziali e da un utilizzo confortevole.

Pietre miliari nella storia dei prodotti Leica



1849 L'ottico e matematico Carl Kellner fonda a Wetzlar l'Istituto Ottico per lo sviluppo di sistemi ottici e microscopi.
1887 Viene prodotto il 10.000mo microscopio.
1907 Inizio della produzione di binocoli sotto la guida di Max Berek.
1914 Oskar Barnack costruisce la "Ur-Leica".
1923 Produzione dei primi 25 prototipi di una macchina fotografica compatta, la cosiddetta serie-zero, a scopo di test.
1925 La LEICA I con obiettivo fisso viene presentata alla fiera primaverile di Leipzig. Già nel primo anno vengono prodotte 1.000 fotocamere. Viene presentato il primo ingranditore FILAR.
1926 Presentazione del primo proiettore ULEJA per formato ridotto.
1930 In vendita la prima fotocamera Leica con innesto a vite e tre obiettivi intercambiabili. Presso le fabbriche ottiche Ernst Leitz di Wetzlar viene installato un atelier didattico per fare in modo che ricercatori, tecnici, giornalisti e scienziati prendano dimestichezza teorica e pratica con i vantaggi della fotografia di formato 24x36.
1932 Esce la LEICA II con telemetro integrato accoppiato e mirino incorporato ed ulteriori obiettivi. Ora il fotografo Leica ha a disposizione sette obiettivi intercambiabili con innesto a vite standardizzato. Viene prodotta la Leica II con numero di matricola 100.000.
1934 La LEICA 250, cosiddetta „Reporter", dispone di quasi 10 metri di pellicola e può scattare 250 fotografie senza ricaricare. Essa viene utilizzata in combinazione con un motore soprattutto dall'aviazione tedesca per voli di ricognizione.
1954 Con la LEICA M3 dotata di innesto a baionetta e mirino con cornice luminosa finisce l'era delle fotocamere con attacco a vite. Il trasporto della pellicola viene facilitato notevolmente da una leva di avanzamento rapido.
1957 La LEICA IIIg è l'ultima Leica prodotta con innesto a vite.
1963 I binocoli LEICA Trinovid presentati alla Photokina rappresentano un'innovazione determinante. Essi non sono solo particolarmente compatti ed eleganti. Il nuovo perno centrale dispone di una vera e propria focalizzazione interna, che evita qualsiasi risucchio in fase di regolazione.
1965 Leica produce in serie la prima reflex a marca Leica: LEICAFLEX.
1966 Il LEICA NOCTILUX 1:1,2/50 mm è il primo obiettivo con lente asferica.
1967 Esce la LEICA M4, con sistema semplificato di carica della pellicola e nuova leva di riavvolgimento.
1968 La LEICAFLEX SL è la prima fotocamera al mondo con esposimetro selettivo.
1971 La LEICA M5 è la prima fotocamera a telemetro con esposimetro selettivo attraverso l'obiettivo.
1973 Presentazione della LEICA CL, fotocamera a telemetro compatta. Inaugurazione del nuovo stabilimento in Portogallo.
1975 Nuovi tipi di lenti rendono possibile la produzione dell'obiettivo estremamente luminoso LEICA NOCTILUX 1:1,0/50 mm.
1976 La LEICA R3 è la prima Leica elettronica con esposimetro selettivo integrale.
1980 La LEICA R4 è la prima Leica con programmi multipli.
1984 Esce la LEICA M6 con esposimetro selettivo e display LED nel mirino.
1988 Presentazione della LEICA R6 con otturatore a controllo meccanico.
1989 Esce la prima fotocamera Leica supercompatta LEICA AF-C1.
1990 Introduzione della serie di binocoli LEICA TRINOVID BA con ottiche e meccaniche completamente rinnovate.
1992 Leica presenta il primo binocolo con telemetro Laser integrato: Geovid 7x42 BD.
1994 Presentazione della prima Leica a controllo digitale: LEICA R7.
Primo obiettivo Leica con lente asferica a stampo lucido.
Escono i primi telescopi terrestri Leica: Televid.
1996 Esce la fotocamera reflex LEICA R8 controllata via microprocessore.
1998 Presentazione della LEICA M6 TTL con esposizione TTL del flash e della prima fotocamera Leica digitale compatta, la LEICA DIGILUX.
1999 Con la LEICA C1 inizia una nuova linea nel design delle Leica compatte.
2002 LEICA M7 con esposimetro automatico ed indicazione digitale del tempo di esposizione calcolato.
Presentazione della LEICA R9 con peso ridotto e ulteriori possibilità di controllo del flash.
Il Leica Duovid è il primo binocolo ad alta qualità a livello mondiale con ingrandimenti variabili.
2003 Presentazione della nuova serie di binocoli LEICA ULTRAVID dal disegno completamente nuovo e con sistema ottico migliorato. Viene presentato un dorso digitale per la LEICA R9.
2004
Esce il nuovo Geovid, con forma compatta e migliorata: Geovid 8x42 BRF.
2005
Il dorso digitale "Digital-Modul-R" viene fornito al pubblico, trasformando così la R8 / R9 analogica in una fotocamera reflex digitale.
2006 Leica presenta la fotocamera digitale a telemetro LEICA M8.